Archive for May, 2007

Cosa Maledetta

Monday, May 7th, 2007


Di tutte le stramaledette Cose, quella completamente e più incessantemente Dannata, bandita, esclusa, condannata, proibita, ostracizzata, ignorata, sopressa, repressa, depredata, violentata e diffamata, è l’essere umano individuale. Ingegneri sociali, statistici, psicologi, sociologi, ricercatori di mercato, proprietari immobiliari, burocrati, capitani d’industria, banchieri, direttori, commissari, re e presidenti, forzano costantemente questa Cosa Maledetta in schemi studiati attentamente, e costantemente si irritano per la resistenza, da parte della Cosa Maledetta, a lasciarsi inserire al posto assegnatole. I teologi la chimano peccatrice e cercano di redimerla. Il direttore la chiama criminale e cerca di punirla. Lo psicoterapeuta la chiama nevrotica e cerca di curarla. Sempre e comunque la Cosa Maledetta non vuole stare dove loro hanno deciso che stia.

(words from: “Mai fischiare mentre pisci“, di Hagbard Celine)

(more…)

Seme solare

Monday, May 7th, 2007

Il carattere esperenziale della maggioranza delle mitologie, teologie e gnosi è basato sull’equivalenza luce-divinità-spirito-vita. In Rig Veda, Prajāpati, il Creatore è presentato come Hiraṇyagarbha, “l’embrione dorato“, vale a dire il seme solare.

I Brāmaṇa considerano esplicitamente il semen virile un’epifania solare. Nella Brihadāranyaka Upaniṣad il semen virile è veicolo dell’Immortale. La Chāndogya Upaniṣad connette il “seme primevo” con la “luce suprema“, il sole. La concezione del sole come progenitore è estremamente diffusa. In molti miti e racconti folklorici americani, la nozione di verginità è espressa con vocaboli che significano “non toccato dal sole“.

Nell’antico Egitto la vita fluisce come luce dal sole e come seme dal fallo di un dio creatore. I miti tibetani fanno derivare l’origine dell’universo e dell’uomo da una luce bianca o da un’essenza primordiale. Secondo una tradizione parallela, in origine gli uomini erano soffusi della loro propria luce interiore ed asessuati: gli organi sessuali comparvero quando si risvegliò l’istinto sessuale; mentre nell’uomo si spegneva la luce, nel firmamento apparvero il sole e la luna.

(text by: amprodias – art by: Takashi Murakami)

(more…)

Orge rituali e nostalgia delle origini

Saturday, May 5th, 2007

Il testo che segue è tratto da un saggio di Mircea Eliade:

Di orge rituali ci sono testimonianze in moltissime popolazioni anche molto diverse fra loro. I loro scopi sono vari: generalmente, però, con le orge si cerca di sventare crisi cosmiche o sociali – siccità, epidemie, fenomeni meteorologici insoliti (come l’aurora australe) – oppure si vuol conferire un supporto magico-religioso (scatenando e accrescendo la potenza sessuale) a eventi propizi (matrimoni, nascite). Sia di fronte a una crisi minacciosa che a un evento felice, grazie a rapporti sessuali indiscriminati ed eccessivi la collettività si immerge nell’epoca favolosa delle origini. (more…)

PopYoga per la middle-class

Wednesday, May 2nd, 2007

La pubblicazione, rivolta alla middle-class, è del 1997, prodotta dallo Yoga Institute di Santa Cruz, Mumbai, molto pop nel mood e nello stile editoriale, tipico dei fumetti indiani dell’epoca.

(more…)

Mayday007

Tuesday, May 1st, 2007
alt

la sollazzofila e dissoluta psycho crew di ventitre anche quest’anno partecipa, estusiasta, al primaverile baccanale orgiastico noto al secolo come MayDay
(art by: Lucio Bubacco)

(more…)