Archive for March, 2008

Grande astro

Sunday, March 30th, 2008
alt

“Grande astro! Cosa sarebbe la tua felicità se non avessi coloro ai quali risplendi!”

(words by: Friedrich Nietzsche – art by: Maleonn)

La verità è una terra senza sentieri

Sunday, March 9th, 2008

altIn questi giorni abbiamo avuto la fortuna di trovarci coinvolti in interessanti discussioni attorno a quella oscura materia che, per semplicità, chiamiamo verità. I nostri interlocutori sono state persone estremamente colte ed intelligenti ma, a nostro avviso, accecate da quella prospettiva che fa del neopositivismo il solo approccio al ragionamento accettabile nel nostro tempo.
Non vogliamo intraprendere un’analisi di questa materia in questa sede, non avendo né il tempo né le capacità, ma ci limitiamo a dare qualche suggestione per sottolineare quella differenza di metodo che ci appartiene e caratterizza.
Per farlo ci serviremo delle parole di Jiddu Krishnamurti, giunte alle nostre orecchie proprio in tempestiva coincidenza di queste discussioni. Strana fortuna, anche se si sa: “la fede nella coincidenza è la superstizione prevalente nell’età della scienza“. A voi il testo:

alt
La verità è una terra senza sentieri. L’uomo non può raggiungerla attraverso nessuna organizzazione, credo, dogma, clero, o rituali, né attraverso lo studio filosofico, o le tecniche psicologiche. Deve trovarla attraverso lo specchio dei rapporti, attraverso il riconoscimento dei contenuti della propria mente e l’osservazione, e non mediante l’analisi intellettuale o la dissezione introspettiva. Gli uomini hanno costruito in se stessi le immagini della propria sicurezza, religiose, politiche e personali, che si esprimono come simboli idee e credenze. Il loro peso domina il pensiero, i rapporti, la vita quotidiana dell’uomo. Sono la causa dei nostri problemi, perché in qualunque rapporto dividono le persone. La nostra percezione è modellata dai concetti già formati nella mente.
(more…)

Un coccodrillo che rinasce monaco

Sunday, March 9th, 2008
alt

A un soldato non dovrebbe essere concesso di studiare. Un uomo che uccide non può imparare qual è il valore della vita umana. Non può sapere che quando ammazzi una persona le togli tutto quello che è, quello che desiderava essere, i sogni e la speranza.
(photo by: Richard Fitoussi – words by: Aki Ra)